E’ stato leggendo queste parole, che anni fa capii che avere una filosofia di lavoro ben precisa e un punto di vista ben chiaro, sarebbe stato molto importante: “Quando ho cominciato nessuno era veramente specializzato nel fotografare matrimoni ed è per questo che spesso i servizi fotografici apparivano tutti uguali, senza un stile particolare. Così negli anni ho cominciato a lavorare sempre più approfonditamente per creare un stile di fotografia tutto mio, uno stile che mi rispecchiasse e che mi rendesse riconoscibile”.
Sante parole!!!
Così, cominciai a sviluppare la mia filosofia e il mio personale punto di vista sulla fotografia di matrimonio.

Ed è così, che dopo un duro lavoro ricerca, dopo tanti anni e tanti matrimoni fotografati, posso dire di avere finalmente raggiunto quel giusto stile che cercavo e che mi permette di raccontare con un occhio del tutto personale il giorno del matrimonio.
Senza la giusta filosofia, tutto questo non sarebbe stato possibile.

Tutto nasce dalla attenta e sapiente fusione dell’importante background di esperienze che ho accumulate negli anni in ambito fotografico, ma in un ambito non esclusivamente tecnico: è un sapiente mix di fotografia documentativa mai invadente, di fotografia di coppia discreta, intima, con pose naturali e attenta ai particolari; una fotografia sempre alla ricerca di quella atmosfera unica che contraddistingue quel momento.
E’ uno stile che filtra e racconta tutto quello che vi circonda, ma sempre con una grande attenzione verso di voi, i vostri sguardi, i vostri sentimenti, le vostre emozioni.

Fosse tutto qui sarebbe semplice, ma non è tutto qui; perchè il lavoro del fotografo non è solo lo scatto fotografico in sè.
Le fotografie che raccontano emozioni, non sono solo fatte di belle luci e punti di vista particolari.
Capire la personalità dei clienti, saper ascoltare i loro desideri e le loro esigenze, metterli a proprio agio, coinvolgerli: questo fà la differenza e io trovo estremamente stimolante fare si che loro siano parte di tutto questo processo creativo.

Mi impegno sempre per far in modo che i “miei” sposi, alla fine di tutto questo cammino insieme, trovino qualcosa di loro nelle mie fotografie che li rispecchia veramente; l’essenza di quel sentimento che solo la persona con la quale si decide di voler passare il resto della propria vita riesce a far emergere.
In questo modo io avrò creato non solo una bella fotografia ma una Memoria, che ricorderà per sempre quel momento e le sue emozioni.

Ma non mi sono fermato qui.

La mia filosofia è anche fatta di continua ricerca e questo mi ha poi portato a compiere un passo fondamentale per definire uno stile completo e personale: la ricerca dei materiali e delle tecnologie adatte a confezionare i miei libri prima e le mie “Wedding Box” poi.
Già nel 2009, quando tutti si affidavano a prodotti preconfezionati, ho comiciato a sperimentare la stampa digital off-set e a proporre veri e propri libri fotografici personalizzabili. Negli anni ho raggiunto, anche grazie a bravi stampatori locali e a sapienti artigiani rilegatori un livello di personalizzazione, finiture e nobilitazioni impossibili fino a pochi anni fà.
I miei tre libri “Now”, “Hadaka” e “Satin” sono i capisaldi della mia proposta; libri belli da toccare, sfogliare, vedere.

Oltre ai libri, da un paio di anni ho affiancato alle mie proposte anche le “Wedding Box”; un discreto ed elegante scrigno di legno pregiato interamente progettato e realizzato da me artigianalmente. Questo mi permette di selezionare personalmente le essenze migliori e realizzare i cofanetti uno a uno con lo stile, le finiture e le forme più adatte a ospitare le mie fotografie.
Realizzo tutte le “Wedding Box” a Parma nel laboratorio dell’associazione QuiPuoi, mentre le incisioni a laser sono realizzate presso il laboratorio della associazione FabLab sempre a Parma.
I legni usati sono faggio, noce nazionale, rovere.
Ogni cofanetto è un pezzo unico.