CHI E' STEFANO...

Scrivere la mia biografia, non è certo compito mio; sarei decisamente di parte.
Così vi racconterò qualcosa di più su di me, ma da un punto di vista molto personale...

"La prima volta fù a otto anni, lei era una Bencini.
Poi persi definitivamente la testa a 15, grazie a quella giapponese...Yashica, si chiamava.
Sperimentammo tanto insieme negli anni a venire.
Poi il tempo passa e si avvicina il momento di fare delle scelte e...si sà com'è...uno si lascia guidare dalle emozioni, dai sogni...ed è così che oggi sono qui a fare fotografie.

Io sono tutto quello che ho vissuto, sono la somma di tutte le emozioni provate, di tutti i sogni realizzati e infranti e di tutte le esperienze accumulate; la somma di tutti i kilometri, reali o immaginari, percorsi per arrivare alle mie mete.

Sono un adulto e un ragazzino, sono vitale e terribilmente pigro, sono testardo e determinato ma anche lassista e rinuciatario...sfacciato e timido...semplice e ambizioso, socievole e asociale, sereno e tormentato; sono tutto e il contrario di tutto.
Ma anche il bianco e il nero...anche se ammetto che il nero...quanto mi piace il nero!
Per certo posso dirvi di non essere una persona facile".

E' questo, quello che sono...il resto non è importante.

Ecco la mia biografia.

foto di Paolo Sandolfini
"Ogni grande buio, ha sempre al suo fianco una grande luce".